Passa ai contenuti principali

Il problema è che ti amo di Jennifer Armentrout Recensione



Il problema è che  ti amo Jennifer.L. Armentrout. Recensione


Buon pomeriggio ragazze, cosa state leggendo di bello??? Quanti libri avete presto in queste promozioni in corso?
Io ho riempito il Kindle… alcuni li avevo già nella versione cartacea, ma, ormai la comodità del Kindle, si associa perfettamente alla mia mania di rileggere sempre qualche vecchio libro, in assenza di nuovi.
E, a proposito di nuovi… Qualche tempo fa, su Instragram 
( THEBOOKPERFET.BLOG) Ho condiviso la foto del mio ultimo acquisto... Una lettura che si è rivelata per me molto piacevole, tanto che ho scritto subito qualcosa a caldo sul post, e adesso sono qui a parlarvene in maniera più dettagliata. Il libro è quello di Jennifer L. Armentrout, la celebre autrice della saga: ( Ti stavo aspettando, Resta con me, Stai qui con me, Per sempre con me, Rimani con me, e Ritorna con me...) Saga, che io non l’ho ancora letto, ma che intendo aggiungere presto alla mia libreria. 
Nel frattempo, ad orine non ancora inoltrato... eccomi qui con voi, a dire cosa penso di questa storia.  

IL PROBLEMA è CHE TI AMO. 



Editore: Casa Editrice Nord - Gruppo Mauri Spagnol
Genere: Romanzi Rosa
Per: Giovani Adulti/ Adulti.
Formato : Kindle
Formato: Copertina Rigida 
Prima edizione Digitale : 7 Luglio 2016



Non smettere mai
di credere nell'amore


Da quattro anni, il silenzio è lo scudo che la protegge dal resto del mondo. Circondata dall'affetto dei nuovi genitori adottivi, Mallory Dodge ha cercato di superare i traumi del passato, di convincersi di non avere più bisogno di essere invisibile, ma le cicatrici dell’anima bruciano ancora e non le permettono di dimenticare. Ecco perché dover frequentare l'ultimo anno di liceo in una scuola pubblica, dove sarà costretta a uscire dal guscio, la terrorizza. Tuttavia è proprio a scuola che accade l’inaspettato: tra i suoi nuovi compagni c’è Rider Stark, l’unico raggio di sole nella sua infanzia da incubo, il ragazzo che in più di un'occasione l'ha protetta dalla violenza del padre affidatario. Rider però è cambiato: ha un atteggiamento arrogante, una pessima reputazione e pare che sia invischiato in una rete di cattive compagnie. Anche se, dietro quella maschera da sbruffone, Mallory riconosce ancora il suo eroe d’un tempo... un eroe per di più molto affascinante. 
Eppure gli anni trascorsi lontano da Mallory hanno segnato profondamente Rider, che ben presto si troverà davvero nei guai. E Mallory sarà la sola a poter fare la differenza. Ma riuscirà a far sentire la propria voce e a battersi per il ragazzo che ama, o la paura la farà tacere per sempre?

«Non ho bisogno che tu mi difenda. Ho bisogno di...»
Lasciai la frase in sospeso, perché lui si era portato la mia mano al petto e sentivo battere forte il suo cuore.
«Di cosa, Mallory?»
«Ho bisogno di affrontare la situazione per conto mio. Non puoi proteggermi sempre.»
«Ma io voglio proteggerti.»











All'inizio, come quasi tutti i libri che riportano questo tipo di copertine, e questo tipo di titolo, è immediato pensare che si tratti di una storia d’amore. Che il libro in fondo sia un classico rosa, leggero, adatto alle lettrici più giovani. Anche avendo intuito la tematica, mi aspettavo qualcosa di Okay, esagerazione, contesti inesistenti e forvianti, ed invece è tutt'altra storia.

Con estrema lentezza, ho iniziato a sfogliare le prime venticinque pagine del libro, ritrovandomi da subito a fare i conti con una tematica molto delicata e soprattutto poco leggera. Quella che era lentezza, in realtà, era bisogno di comprensione e senso di profondità. Una percezione del dolore, di quello che si prova a sentirsi soli, impotenti, indifesi, non amati. 
Le tematiche dei maltrattamenti, dell’abbandono dei minori, delle violenze domestiche e dei problemi e dei traumi che questi bambini subiscono nelle case famiglia a cui vengono assegnati sono gestite dall'autrice con estrema cura, e dolcezza, nonostante la brutale realtà della situazione. 
Ora, per chi come me, ha avuto la fortuna di vivere e di crescere in un nucleo famigliare normale e sano, è sempre difficile, poter immaginare, o anche solo pensare, come può essere, vivere, subire, crescere con un trauma del genere. 
Ho dovuto faticare seriamente, per poter entrare in empatia con Mallory e con Rider. Perché al di là, della percezione, di quel senso di vuoto che traspare da parte di entrambi, c'è molto, molto di più. E quel di più, è necessario per poter capire in fondo, una brutale realtà che chi è meno fortunato, vive ogni giorno. 

Mallory Dodge, è una bambina che viene salvata da una coppia di medici, dopo essere stata portata in ospedale in seguito ad incidente dove è rimasta gravemente ustionata. Un trapianto di pelle, e un adozione più in là, Mallory è cresciuta, ma il passato la tiene ancora bloccata. 
Nei ricordi vividi dei suoi incubi, nelle urla della notte, nei faticosi passi che ha dovuto fare per tornare a vivere una vita normale, resta impresso quell'unico bambino, che l’ha sempre protetta dal tutore alcolizzato, e dai suoi amici...
Quel bambino di un anno più grande di lei, che è sempre stato il suo principe dall’armatura sfavillante. Un principe che di notte le leggeva la fiaba del Coniglietto di Velluto (La ricordate? ) LA TROVATE QUI.
Rider Stark, non è il bello e dannato della situazione. Non è il bad boy che in ogni libro va alle feste, ha mille ragazze che gli vanno dietro e vive in una casa galattica.
Rider, non è stato fortunato come Mallory, al contrario è finito in una nuova casa di accoglienza, e ha continuato a faticare per tirare avanti. Miss Luna, è una donna gentile, lo tratta bene, insieme ai suoi due nipoti, orfani di genitori morti in un incidente di cui lei si fa carico.
I soldi non bastano, prendere Rider, era una soluzione per ricevere denaro, tuttavia, questo, non fa di lui un membro della sua famiglia, questo, non lo fa sentire a casa. Rider, ha smesso di credere in sé stesso ormai da tempo. Pensa che è inutile impegnarsi, perché tanto tutti penseranno che lui sia un caso per cui non serve perdere tempo.
Il tempo, che concede a Rider, una seconda possibilità. Lo fa una mattina, quando Mallory, dopo quattro anni di silenzio, e di faticoso esercizio per tornare a parlare… arriva a scuola, per cercare di vivere una vita da normale adolescente.
‹‹Pesce?›› ‹‹Sei proprio tu?››
“Pesce… Muta, come un pesce! ‘’

Quando Rider e Mallory si rivedono, tutto cambia, Rider, non ha mai smesso di pensare a lei, ha provato a cercarla, ha chiesto di lei, ma nessuno ha mai voluto dirgli niente.
Rider, è rimasto il ragazzo coraggioso, che si frappone sempre tra chi è più debole e chi è più forte. Cerca di fare sempre la cosa giusta, pur di proteggere chi ama.
Mallory, è una ragazza molto chiusa, ha difficoltà ad esprimersi in pubblico, a gestire le parole, è così terrorizzata e abituata a stare in silenzio pur di non “far rumore” che quando rivede Rider, è come fare un brutto salto nel passato.
Un salto, che la riporta indietro, ma che la spinge anche a combattere, per cambiare la persona che è adesso.
Una silenziosa, una che non combatte, che trema, che fugge davanti alle difficoltà. Che si nasconde nell’armadio al buio e resta in silenzio.
Nel contorno, a questo contesto traumatico e difficile, si svolgono le vite di altri ragazzi, alcuni dei quali, all’insaputa di Mallory sono messi molto molto peggio.
Situazioni, reali e non inventate, non messe lì, per far scena, per creare drammi e risolverli come per magia con trapianti impossibili, o lieto fini giusto per non creare troppo dramma.
Situazioni che molti, molti ragazzi vivono e che al contrario di chi ha tutto, non si lamentano mai.


Crescere, affrontare le perdite, l’incertezza della vita, combattere per quello che si ama, per essere chi si vuole essere, senza essere bloccati dal passato, è l’insegnamento di questo libro. Perché il passato può essere orrendo, può averti ferita, ma resta pur sempre passato. Il futuro, quello invece spetta solo a te decidere come viverlo, se nell'ombra di quel passato, o nella luce di un sorriso. 


“Quando ti danno una seconda occasione, tu non puoi fare altro che prenderla. Viverla, e vedere come va a finire ‘’
‹‹Non voglio sprecare questa seconda occasione… Se ce ne è stata data una, un motivo ci deve pur essere no?››

E poi, c'è quel sentimento che sboccia... Forse, è sempre stato lì nei loro cuori frantumati, nei loro copri pieni di lividi, arrotolati su quei letti logori, in mezzo a quel libro sgualcito del Coniglietto di velluto... Quel sentimento che li lega, che riaffiora e si evolve fino a renderli più forti... 
Mallory e Rider, scoprono di essere l’uno il pilastro dell’altro per poter andare avanti, anche contro chi ormai li credere spacciati. Contro chi non li crede veri! 








Estratti: 

‹‹Che ritardata!››
Cammina, cammina a testa altra Mallory, non far capire loro che hai sentito, che ti hanno ferito. Loro non sanno niente.
Essere considerati dei rifiuti da tutti, da sempre, ti porta a pensare che lo sei davvero. Che a nessuno importa se sei vivo o sei morto.
Non importa a nessuno, se sei vero oppure no.


DALLA FIABA : IL CONIGLIETTO DI VELLUTO 

“Che cosa vuol dire Vero?”, gli chiese un giorno il Coniglietto.
“Significa avere dei meccanismi che ti ronzano dentro e una chiavetta per caricarti?”.
“Il tuo essere Vero non dipende da come sei fatto”, rispose il Cavallino di cuoio.
“È qualcosa che ti succede. Quando un bambino ti tiene accanto a sé per molto tempo, e tu sei per lui non solo qualcosa con cui giocare, ma qualcuno a cui volere VERAMENTE bene, allora diventi Vero”.
“Fa male?” chiese il coniglietto.
“A volte”, rispose il Cavallino di Cuoio,” ma quando sei Vero, non t’importa di provare dolore.”
“Succede all’ improvviso, come quando ti caricano o poco alla volta?” domandò ancora.
“Non succede di colpo,” disse il cavallino di cuoio.” ci vuole molto tempo per diventare Veri, per questo non capita spesso a quelli che si rompono facilmente o hanno degli spigoli taglienti o vanno maneggiati con cura. Di solito, prima di diventare Vero, avrai perso quasi tutto il pelo a furia di carezze, ti si saranno staccati gli occhi, le giunture non ti funzioneranno più e sarai bello malconcio. Ma di questo non ti importerà niente, perché quando sei Vero non puoi essere brutto, se non per quelli che non capiscono.”

  

 
Rider è un principe dall’armature ammaccata, che si rivela essere il più debole dei due. Un’anima pura, sensibile, disposta a tutto pur di proteggere chi ama.
Mallory, rinascerà più forte di prima, ritrovando il coraggio e il potere delle parole. Parlare, tornare a parlare, senza avere paura di fare rumore...

Perché quell’eco a volte, è più forte di un pugno, di un calcio, di uno sparo… 











Un libro bellissimo, profondo e riflessivo che ricomprerò sicuramente nella versione cartacea per aggiungerla alla mia piccola libreria multicolore. Consigliatissimo!!!
Buona lettura ragazze!








Seguiteci su Facebook
Seguiteci su Instragam. 

Commenti

  1. Ciao cara!! Ti ho nominata al Liebster Award 2017,vieni a dare un occhiata.. ti aspetto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille :) Passo con piacere <3

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Recensione di Paper Princess by Erin Watt

PaperPrincess! “Reed Royal è il cattivo travestito da principe. Assaggiarne un morso sarebbe un grosso sbaglio”
Ciao Ragazze!!  Ebbene sì, ero scettica, prevenuta fino al midollo su questo ennesimo caso editoriale. Se ne sono dette di cotte e di crude a riguardo. Ma io, che non amo giudicare mai i libri dalla copertina, li leggo e per restare in tema “ ME NE SBATTO” del giudizio della gente. Scelgo di leggere quello che il mio istinto mi suggerisce. Spesso mi ritrovo tra le mani libri che sono seriamente pessimi, per via dei messaggi errati e poco adatti ad il pubblico a cui sono indirizzati. E mi fa molto piacere dirvi che questo non è il caso di Paper Princess. 
Al contrario dei soliti libri che ultimamente ci riportano inevitabilmente alle sfumature di colori vari per via dei loro contenuti poco adatti ai minori, Paper Princess è l'emblema che le belle storie destinate agli young adult ci sono ancora. Nato da un progetto di scrittura a due mani da parte di due autrici molto conosci…

FALLEN! TUTTI I LIBRI DELLA SAGA!

Molte di voi,mi chiedono spesso da quanti e quali libri è composta la saga Fallen di Lauren Kate.
Quindi vengo in vostro aiuto,e vi lascio in questo post i link dei libri della saga!
:) :) #FALLENSAGABOOK 





FALLEN 


TRAMA
Nei gotici corridoi di un riformatorio molto particolare, un’eroina tormentata e il suo bellissimo angelo caduto stanno per riscrivere la Storia. L’amatissimo romanzo d’esordio di Lauren Kate, scintilla indimenticabile di una saga romantica che strega e appassiona.

Formato Kindle   Copertina Flessibile





TORMENT



TRAMA
L’angelo caduto Daniel prosegue la disperata battaglia per salvare Luce dall’attacco delle forze demoniache. I due amanti maledetti troveranno la forza di resistere? Colpi di scena, insidie e rivelazioni: il secondo capitolo della saga di Luce e Daniel continua a tenere con il fiato sospeso.

Formato Kindle Copertina FlessibileCopertina Rigida





PASSION


TRAMA
Ci sono molte cose che Luce non sa, del Paradiso, dell'Inferno, della Caduta e dell'inizio del mondo. Ma co…

MINA E IL GUARDALACRIME SEGNALAZIONE DEL LIBRO DI VANESSA NAVICELLI ( FIABE EDUCATIVE PER GRANDI E PICCINI) !!

Buongiorno Ragazze!! Oggi è Lunedì e quindi quale modo migliore per aprire la settimana con una nuova fantastica Segnalazione!! Quando accettiamo di segnalare i libri, facciamo sempre un'acurata selezione. E, quando ci troviamo davanti libri e progetti dedicati ai più piccoli non possiamo non condividerli con voi. Lettrici, mamme e non. Quindi, oggi per voi Vanessa  Navicelli, e il suo progetto dedicato ai più piccoli. Vanessa , ha scritto il libro MINA E IL GUARDALACRIME. Una fiaba educativa, per grandi e piccini. Senza ulteriori indugi, vi lascio alla scoperta del suo libro e soprattutto al suo progetto. 

MINA E IL GUARDALACRIME di Vanessa Navicelli








TRAMA 

Avete mai pensato al valore di una lacrima? Forse è ora di cominciare…

Mina è una piccola lacrima in fuga, perché stanca di portare solo dolore a tutti quelli che incontra.
In cerca di una pozzanghera in cui buttarsi, inizia una storia di viaggio e di scoperta, durante la quale farà incontri strabilianti e bizzarri!
Intanto, il saggi…