Passa ai contenuti principali

TRE VOLTE TE - RECENSIONE




Buongiorno a tutti! Amici e amiche lettrici!
Rieccoci con una nuova recensione, e con un nuovo libro tra le mani.
Quello di oggi, è l'ultimo libro di Federico Moccia, l'ultimo libro che va a chiudere la storia lasciata in sospeso ben dieci anni fa, quella di Babi e Step ( TRE METRI SOPRA IL CIELO).
Ora, la decisione relativa al fatto di aver voluto leggere questo libro, è stata puramente dettata dalla curiosità di sapere, come andava a finire la storia. Personalmente, non amo, i libri strappalacrime, ne quelli troppo smielati e romantici, e, come ben sapete, quelli di Moccia, lo sono. 
Iniziamo con il dire, che, questo, è stato il libro più lungo della storia. Un libro di ben 715 pagine, che ho iniziato con curiosità e che ho terminato con molta, molta lentezza. 
I punti salienti di questo libro sono Tre, e il fatto che siano proprio Tre, non è un caso. 
In TRE VOLTE TE, si evincono tre fondamentali passaggi della vita di Step. 
Quando ho letto questa frase " STEP NON E' PIÙ' IL RAGAZZO RIBELLE DI UNA VOLTA, QUELLO DELLE GARE E DEI SCAZZOTTATE", ho pensato che fosse riferito al fatto che i personaggi fossero maturi, di età. Dopo, averlo letto, e anche mentre lo leggevo ho pensato: "E ci credo! A Federì, lo hai fatto diventare no sfigato!!! La storia, è ambientata sei anni dopo, quindi Step, è ancora un ragazzino, che gioca a fare l'uomo. Che come tutti gli uomini, pensa di aver preso in mano la sua vita.
È un uomo realizzato, ha sfondato con la tv, convive con Gin da sei anni. Eppure, c'è qualcosa, che in tutto questo tempo, non lo ha mai lasciato. Il ricordo. Il ricordo dell'amore per Babi.
Babi, che rientra nella sua vita, con una leggerezza da far paura.
Ed è qui che inizia il trash! Sì, ragazze, non è uno scherzo.
Tra, bambini, richieste di matrimonio che nemmeno nei film più assurdi, Moccia si è sbizzarrito di brutto! 
Il libro, inizia con Step, che essendo soddisfatto della sua vita, e soprattutto innamorato della sua Gin, pensa a Babi! -.-' Si compra il castello, quello dove hanno rotto la finestra e hanno fatto l'amore per la prima volta, e qui c'è da chiedersi se sia diventato un maniaco oppure no. 
Step, che la incontra, a Babi. ( Per caso). E Babi, che ovviamente, è rimasta la ( stronza) bellissima ragazza dagli occhi azzurri, che ormai è una donna, matura ed elegante. 
Tenete a mente questa parola. MATURA. . . 


Da donna matura qual'è, Babi,  dice a Step che non gli è mancato, non gli è mancato perché, dopo quella sera, dopo quell'incontro, l'ultimo, prima del suo matrimonio, ha dovuto confondere le acque. . . ( Cioè, avevamo capito che Babi fosse una stronza! Ma, non avevamo capito che fosse così stronza!) Andando a letto con lui, e subito dopo con il futuro marito! Cioè, fammi capire, Babi è andata a letto con lui apposta per rimanere incinta? Ma che cazzo stai a dì? ( SCUSATE IL FRANCESISMO). 
Step, ovviamente, da uomo, prende in mano la situazione, inizia a cercare Babi sul suo profilo Fb, e scopre che lei, tiene ancora la foto del Ponte, con la scritta TRE METRI SOPRA IL CIELO. Ora mi domando: In quale mondo parallelo vive Moccia? Non lo sai che Facebook è diventato il mezzo di spionaggio più usato al mondo?
Quale marito, non controlla il profilo Facebook della moglie? E quale marito non direbbe nulla, se sua moglie tenesse una foto con lui, dove per altro nemmeno si vede, e 20 di ponti, fiori, e giornali dove l'ex è sempre presente! Quale? La ciliegina sulla torta, di queste prime venti pagine, arriva quando, la stessa sera che Step ha rivisto Babi, e ha scoperto di essere il padre di Massimo, ( come il condottiero), e anche qui aprirei una parentesi infinita sulla fantasia che attanaglia Moccia quando scrive. . . Gin, gli dice di essere incinta! BEL COLPO STEP, DUE PICCIONI CON UNA FAVA! 
-.-' -.-' -.-' Ora, in mezzo a tutto questo caos, derivato da fatti e misfatti, Step, si deve sposare con Gin. E lo fà. Si sposa, e non le dice niente. . . e nel frattempo, quello che era un'amore perduto, si riaccende. Babi e Step, diventano amanti. . . " Si, ma hanno un figlio". Sì, ma lei l'ha lasciato, due volte, dopo che se lo è praticamente scopato. E se per è questo, ha una figlia anche con l'altra. Come la metti? ( INTERESSANTI RISVOLTI VI ATTENDONO, DA QUI IN POI.) 
Arriverà quel momento, in cui Gin, che ormai è diventata il chiaro emblema della moglie tacita e ubbidiente, scopre che il suo Step, non solo ha un figlio con l'altra, ma che la tradisce, e che addirittura la lascia per andare a vivere con lei, come una bella famigliola felice. 
E lo sono, per un pò. 
Da qui in poi, inizierà quella parte in cui la mania di Moccia, di rendere i suoi libri tragici, emerge a gran voce. Gin, si ammala. Gin, sta morendo! E, il senso di colpa, non l'amore, che Step prova per lei, lo spinge a tornare a casa come un cagnolino bastonato. Ma Gin, è una tosta, no? Lo caccia!
Se, magari! Gin, lo perdona, Gin, accetta di affrontare l'ultimo periodo della sua malattia insieme all'uomo che in pratica l'ha resa la sua seconda scelta. L'uomo, che si è accontentato di lei perché non poteva avere l'altra. E, la cosa peggiore, è che lei, né è consapevole. Così consapevole, che in punto di morte, chiede a Babi un'incontro. . . 
Ora, non vi dirò il finale di questo libro, perché altrimenti non vale, dovete soffrire anche voi, come ho sofferto io, leggendo questa marea di trash e assurdità, fino alla fine. Così, la smettete di dire che non volete leggerlo, e poi, domandate cosa succede? Come va a finire? Per saperlo, dovete leggerlo pure voi, così imparate. C'è trash per tutti! 
PS,le uniche parti, che mi sono piaciute di questo libro, sono state quelle in cui Step, immagina che Pollo, il suo migliore amico, sia ancora vivo. Lui, immagina di parlare con lui, di avere delle risposte alle sue domande silenziose, quelle che non può porre a nessuno, se non a sé stesso.

" CHE VUOI CHE TI DICA? IO MICA PENSAVO DI TROVARTI COSI', FIGLI, MATRIMONI" 
" E POI SE LA AMI, CHE PROBLEMA C'E?"
" PERCHÈ TU LA AMI A GIN, VERO STEP?" .

Buona lettura, ragazze, e che Dio sia con voi! 
Vi voglio bene ;) 

Commenti

Post popolari in questo blog

Chiamami Anam di Igor Damilano e Cinzia Lacalamita! Le prossime letture di Febbraio! Scopritelo qui!

Oggi vi segnalo : CHIAMAMI ANAM un libro a 4 mani d Igor Damilano e Cinzia Lacalamita. 








Sinossi 

Un Anam Cara o Amico dell’Anima è colui che – riconosciuta la propria luce interiore – si apre alla vita e, nell’azzerare ogni difesa, può stabilire un legame indissolubile, di assoluta confidenza con un altro individuo. Tra Anam Cara vi è un reciproco travaso di bellezza, grazie al quale viene meno il concetto di tempo che deteriora le cose. L’Amore resta integro, eterno, oltre lo spazio e la morte, in un luogo sacro che nella tradizione celtica si chiama Casa: e in quello spazio, un uomo e una donna privati del nome, avevano creato una fragranza nuova, unica, irriproducibile se non da essi stessi, insieme.  Ti troverò.

Lo trovate qui 
Formato Kindle 
Copertina Flessibile 


Intrecci, una coppia, la vita, la lettura che viaggia in aderenza sfiorando le pagine, il libro che finisce e ricominci ed è ancora vita, la tua, la loro, la nostra...

Vi è piaciuto questo post? Avete letto il libro? Cosa ne pe…

MINA E IL GUARDALACRIME SEGNALAZIONE DEL LIBRO DI VANESSA NAVICELLI ( FIABE EDUCATIVE PER GRANDI E PICCINI) !!

Buongiorno Ragazze!! Oggi è Lunedì e quindi quale modo migliore per aprire la settimana con una nuova fantastica Segnalazione!! Quando accettiamo di segnalare i libri, facciamo sempre un'acurata selezione. E, quando ci troviamo davanti libri e progetti dedicati ai più piccoli non possiamo non condividerli con voi. Lettrici, mamme e non. Quindi, oggi per voi Vanessa  Navicelli, e il suo progetto dedicato ai più piccoli. Vanessa , ha scritto il libro MINA E IL GUARDALACRIME. Una fiaba educativa, per grandi e piccini. Senza ulteriori indugi, vi lascio alla scoperta del suo libro e soprattutto al suo progetto. 

MINA E IL GUARDALACRIME di Vanessa Navicelli








TRAMA 

Avete mai pensato al valore di una lacrima? Forse è ora di cominciare…

Mina è una piccola lacrima in fuga, perché stanca di portare solo dolore a tutti quelli che incontra.
In cerca di una pozzanghera in cui buttarsi, inizia una storia di viaggio e di scoperta, durante la quale farà incontri strabilianti e bizzarri!
Intanto, il saggi…

Recensione di Paper Princess by Erin Watt

PaperPrincess! “Reed Royal è il cattivo travestito da principe. Assaggiarne un morso sarebbe un grosso sbaglio”
Ciao Ragazze!!  Ebbene sì, ero scettica, prevenuta fino al midollo su questo ennesimo caso editoriale. Se ne sono dette di cotte e di crude a riguardo. Ma io, che non amo giudicare mai i libri dalla copertina, li leggo e per restare in tema “ ME NE SBATTO” del giudizio della gente. Scelgo di leggere quello che il mio istinto mi suggerisce. Spesso mi ritrovo tra le mani libri che sono seriamente pessimi, per via dei messaggi errati e poco adatti ad il pubblico a cui sono indirizzati. E mi fa molto piacere dirvi che questo non è il caso di Paper Princess. 
Al contrario dei soliti libri che ultimamente ci riportano inevitabilmente alle sfumature di colori vari per via dei loro contenuti poco adatti ai minori, Paper Princess è l'emblema che le belle storie destinate agli young adult ci sono ancora. Nato da un progetto di scrittura a due mani da parte di due autrici molto conosci…