Passa ai contenuti principali

The Vampire Diaries LA PRIMA PUNTATA DELL'ULTIMA STAGIONE

Buon Sabato ragazze, oggi parliamo di The Vampire Diaries.
Ovvero IL DIARIO DEL VAMPIRO, la serie Tv, che ormai è giunta all'ultima stagione, tratta dai romanzi best seller si Lisa Jane Smith. Non faremo la recensione di tutte le puntate, non rientra nelle sezioni del blog, ma visto che una serie tratta dai libri, non possiamo proprio non parlarne,questa volta.
Perciò preciso che parleremo solo di questa prima puntata.
Esponendo il punto di vista generico tra libri e serie.




Ormai sappiamo tutti quanto la serie si sia distaccata dai libri, forse più per una scelta di marcheting che di altro, a cominciare dalla scelta degli attori che già nella prima stagione hanno fatto notare chiaramente quanta differenza ci fosse dal libro, mi riferisco al primo volume IL RISVGLIO.
Il triangolo c'è però...e questa forse è l'unica cosa che è rimasta uguale nelle stagioni, aspetta..no non c'è nemmeno più quella..visto che la protagonista che nei libri è destinata a ben altre cose nella serie è stata fatta morire così tante volte che anche nell'ultima ci si aspetta che esca fuori da quella bara. Il mistero si fà interessante,perchè finalmente questa volta sembra esser tornati ad avere un senso nella storia, visto le ultime due stagioni che avevano preso la piega di Beautiful....insomma non sanno più cosa inventarsi e la cosa comincia a scocciare...gente che muore, che poi resuscita, più o meno un circolo vizioso senza fine che alterna cose già viste a cosa già viste. Anche in questa puntata, La prima dell'ultima stagione, andata in onda questa  notte alle 3.00  nel caso la cosa vi fosse sfuggita, rivediamo esattamente la prima puntata della prima stagione....Damon il cattivo, Stefan il sensibile che cerca di salvarlo, Elena nella bara, Bonnie in preda agli ormoni che cerca di recuperare l'unico ragazzo su cui è riuscita a mettere le mani in otto stagioni ancora in vita ed infine abbiamo Caroline che sembra la versione di una casalinga disperata che aspetta il ritorno del suo maritino che nel frattempo è fuori per lavoro. E poi, ci serve un nuovo personaggio femminile che ci faccia dimenticare che la vera protagonista non c'è...e spunta questa donna,  nuda ricoperta di sangue ......e poi ...cos'altro....c'è lei...la grande assente,presente, Elena.
messa nella testa di Damon, che rivive i suoi momenti felici,facendo rivivere ai telespettatori il loro amore e mettendo il dito nella piaga. Farla risvegliare e far morire Bonnie che attualmente non ha alcuna utilità no eh?
Arrivati alla fine della questione, spunta quel vago pensiero, che alla fine; dopo aver visto morire e resiscitare ancora gente di cui non ci può fregare niente, Elena  tornerà! Ma non sarà più la stessa...
o probabilmente sarà solo un'altra doppelgangher di sè stessa, che i due Fratelli inconterarnno..in una nuova città...e tutto ricomincerà ancora e ancora...( spero di no)! 
Staremo a vedere.....voi che ne pensate??? 
Raccontateci la vostra teoria a riguardo, e per chi ha letto i libri, diteci: " QUAL'è IL VOSTRO PREFERITO? " 
Buon sabato a tutti!!!!! 

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione di Paper Princess by Erin Watt

PaperPrincess! “Reed Royal è il cattivo travestito da principe. Assaggiarne un morso sarebbe un grosso sbaglio”
Ciao Ragazze!!  Ebbene sì, ero scettica, prevenuta fino al midollo su questo ennesimo caso editoriale. Se ne sono dette di cotte e di crude a riguardo. Ma io, che non amo giudicare mai i libri dalla copertina, li leggo e per restare in tema “ ME NE SBATTO” del giudizio della gente. Scelgo di leggere quello che il mio istinto mi suggerisce. Spesso mi ritrovo tra le mani libri che sono seriamente pessimi, per via dei messaggi errati e poco adatti ad il pubblico a cui sono indirizzati. E mi fa molto piacere dirvi che questo non è il caso di Paper Princess. 
Al contrario dei soliti libri che ultimamente ci riportano inevitabilmente alle sfumature di colori vari per via dei loro contenuti poco adatti ai minori, Paper Princess è l'emblema che le belle storie destinate agli young adult ci sono ancora. Nato da un progetto di scrittura a due mani da parte di due autrici molto conosci…

TRE VOLTE TE - RECENSIONE

Buongiorno a tutti! Amici e amiche lettrici!
Rieccoci con una nuova recensione, e con un nuovo libro tra le mani.
Quello di oggi, è l'ultimo libro di Federico Moccia, l'ultimo libro che va a chiudere la storia lasciata in sospeso ben dieci anni fa, quella di Babi e Step ( TRE METRI SOPRA IL CIELO).
Ora, la decisione relativa al fatto di aver voluto leggere questo libro, è stata puramente dettata dalla curiosità di sapere, come andava a finire la storia. Personalmente, non amo, i libri strappalacrime, ne quelli troppo smielati e romantici, e, come ben sapete, quelli di Moccia, lo sono. 
Iniziamo con il dire, che, questo, è stato il libro più lungo della storia. Un libro di ben 715 pagine, che ho iniziato con curiosità e che ho terminato con molta, molta lentezza. 
I punti salienti di questo libro sono Tre, e il fatto che siano proprio Tre, non è un caso. 
In TRE VOLTE TE, si evincono tre fondamentali passaggi della vita di Step. 
Quando ho letto questa frase " STEP NON E' PIÙ…

Oggi in libreria! Tre volte te! ( Dopo TRE METRI SOPRA IL CIELO E HO VOGLIA DI TE), L'ULTIMO LIBRO DI FEDERICO MOCCIA

Buondì ragazze, come state? Vi state riprendendo ancora dalle feste?! 
Oggi riprendiamo il regolare svolgimento delle attività, segnalandovi l'uscita in libreria del terzo capitolo della storia di Babi e Step. Sì lo so cosa state pensando!!
Ancora Moccia?! Ma nemmeno morta! Molto spesso, ci è capitato di dover riprendere in mano, conclusioni di libri arrivate con anni e anni di ritardo, libri che letti in età adolescenziale ci hanno fatto battere il cuore e che adesso, sono solo un lontano ricordo. Step e Babi, sono stati il simbolo dell'amore per una generazione di adolescenti che, tra i banchi di scuola, hanno fatto spopolare il primo libro di Federico Moccia. Di una generazione che ha riempito Ponte Milvio di lucchetti. 
Per quanto possa sembrare strano, questo è stato il primo vero e proprio fenomeno letterario italiano. 
Un fenomeno a cui si sono susseguiti due film e che adesso, a distanza di dieci anni, giunge al termine. Step e Babi non sono più i due adolescenti che ricor…