MEDICI UNA DINASTIA AL POTERE IL LIBRO DI MATTEO STRUKUL RECENSIONE

Buon pomeriggio ragazze, ho deciso di posate oggi la recensione del libro Matteo Strukul. I MEDICI UNA DINASTIA AL POTERE!
Il romanzo ormai best seller è approdato ufficialmente anche sul piccolo schermo ieri sera, e vista la grande attesa che si è creata non ho voluto rovinarvi la visione  con questo pseudo spoiler.
Dico Pseudo perchè in realtà è una recensione effettiva del romanzo ma non sò ancora quanto la serie è rimasta fedele allo scritto. Detto ciò se non volete avere anticipazioni anche se la storia già la conosciamo tutti non leggete. 





XV secolo Cosimo de Medici è il giovane rampollo della famiglia più influente e ricca di tutta Firenze. Figlio di Giovanni de Medici ha sempre avuto un anima sensibile. Al contrario di suo Fratello Lorenzo, decisamente più abile negli affari. 

Tutto quello che Giovanni de Medici ha costruito con tanta fatica, rischia di essere spazzato via dalla guerra tra Milano e Lucca.
Ma andiamo con ordine...
Nei capitoli brevi che leggerete, sarete divisi tra passato e presente, l'intreccio storico romanzato che si sviluppa tra le pagine non è la comune storia che già conosciamo. E' questo il punto fondamentale del libro, riuscire ad invogliare a leggere qualcosa che già si sa. Ripercorriamo la storia di Giovanni Bicci de Medici e di suo figlio Cosimo. 

Anno 1360 figlio di Averardo di Bicci de Medici, mercante di lana, Giovanni sa' che suo padre non gli ha lasciato molto in eredita' e quel poco sarà da dividere con i suoi fratelli. Così, dopo la morte del padre, con l'aiuto di suo Zio, Banchiere di Professione Giovanni apprende i segreti del mestiere. Cominciando a muovere i primi passi verso quella che poi sarà la sua vita, i suoi affari e i suoi affetti.  Con il suo grande intuito e fiuto negli affari diventa il responsabile della banca di Roma. Ma nonostante abbia un ruolo di rilevanza viene considerato ancora un usuraio.In realtà Giovanni ha un pensiero differente, e questo pensiero lo metterà contro alcuni personaggi influenti di quell'epoca. Andando contro i suoi stessi interessi, istituisce il Catasto, una tassa sui beni immobiliari, a danno dei più ricchi... consolidando gradualmente il suo patrimonio e anche l'odio degli avversari.  In quegli anni Giovanni si sposa, nascono Cosimo e Lorenzo. Cosimo e Lorenzo vengono istruiti da subito, con la ferma intenzione di far subentrare uno dei due al suo posto, dopo la sua morte. Ma Cosimo è un sognatore...al contrario di suo fratello che sembra essere più portato per gli affari...si definisce un artista, ma sa già che il suo sogno non potrà mai realizzarsi.. Arriviamo così al 1413,quando la banca Dei Medici, diventa la banca ufficiale di Papa Giovanni XXIII affermando definitivamente il loro potere economico e finanziario sulla città di Firenze e del mondo.   Alla morte di Giovanni, nel 1743 Cosimo  prenderà definitivamente il suo posto a capo della famiglia e della banca  Medici, dimostrando il suo grande intuito negli affari. 

Nonostante non sia stata una sua scelta, Cosimo è costretto ad abbandonare i sogni di gioventù e l'amore della sua vita, Bianca per sposare Contessina De Bardi, ma non essendo innamorato di lei, Cosimo avrà anche un'amante, che nel libro avrà un ruolo molto rilevante per quanto riguarda la parte romanzata, ovvero Maddalena, di cui Cosimo si innamora a tal punto da portarla con se da Venezia a Firenze. Sarà un rapporto diviso tra passione e intelletto, i due avranno anche un figlio Carlo, che pur non essendo un figlio legittimo verrà educato allo stesso livello dei figli avuti con la Contessina de Bardi, Giovanni e Piero. Un libro mastodontico sia per la copertina notevole che per il formato, pieno di contenuto storico, e di notevole inventiva. Sicuramente una lettura entusiasmante che ora più che mai dovreste leggere.
Buona lettura!! 



Vi è piaciuta la recensione?

Cosa ne pensate? Voi avete letto il libro?!
Lasciate un commento! 


Per chi volesse acquistare il libro 

Commenti