RECENSIONE NOTTI BIANCHE



RECENSIONE NOTTI BIANCHE 
Fedor Dostoevskij

Generalmente,quando mi trovo a dover recensire libri come questo; NOTTI BIANCHE,mi trovo sempre in difficoltà.
Probabilmente è già stato detto tutto,sicuramente anche più di quello che posso dirvi io ora.
Un libro breve,intenso,carico di emozioni,sensazioni,solitudine,amore,le illusioni di una vita che non è vita.Perchè si, il nostro sognatore,protagonista del libro,non vive,ma sopravvive ad un mondo dove pare nessuno si accorga di lui.E' come un ombra,che vaga da sola,sognando ad occhi aperti,nelle strade di San Pietroburgo,cercando di mandare via l'amarezza che prova nel rendersi conto di essere solo.Fino a quando una notte,conosce Nasten'ka! Mettendo da parte la paura,la salva da un'aggressione e da allora che nonostante l'iniziale incertezza e il disagio nasce un rapporto di intima amicizia,fatto di confidenze,di parole sussurrate di notte su una panchina.Entrando nel profondo dell'anima del sognatore,fin ad arrivare ad un finale struggente,assaporando la delusione di ritornare alla realtà.Proprio come quando ci si sveglia da un bel sogno.
Si può realmente riempire una vita di sogni e solitudine in poche notti? In sostanza la riflessione che ci porta a fare il libro è semplice, una scelta tra una vita di solitudine popolata solo da fantasie o una vita reale anche se amara?

In questo mondo di illusioni e di solitudine esisterà ancora qualcuno in grado si sognare?


LE  MIE NOTTI FINIRONO UN MATTINO!

Formato kindle

Copertina Flessibile


Di la tua; Interessante, Divertente, Eccezionale.
Lascia un commento: Hai letto il libro? Dimmi cosa ne pensi. 
Grazie <3 




Commenti