Passa ai contenuti principali

LA RAGAZZA CHE HAI LASCIATO DI JOJO MOYES

La ragazza 
che hai 
lasciato

Genere:Romanzi Rosa
Editore:Mondadori
Autore:Jojo Moyes


Copertina Rigida




Trama

Francia, 1916. Sophie, sposa innamorata del pittore Édouard Lefèvre, allievo di Matisse, è rimasta sola dopo che il marito è partito per il fronte allo scoppio della Grande Guerra. La giovane donna ritorna quindi al suo paese natale nel Nord della Francia, ora occupato dai tedeschi. Con grande audacia Sophie aiuta le famiglie in difficoltà suscitando l'interesse e l'ammirazione del locale comandante delle truppe nemiche, fino al giorno in cui, disperata, è costretta a chiedergli aiuto, dopo aver saputo che Édouard è stato catturato e rischia la vita. Per riaverlo è disposta a offrire ciò che ha di più caro: un bellissimo quadro dipinto dal marito che la ritrae giovanissima, intitolato "La ragazza che hai lasciato", divenuto per il tedesco una vera ossessione. Subito dopo, Sophie viene arrestata e portata via. Nessuno sa dove, né si hanno più sue notizie. Riuscirà a riunirsi al suo amato Édouard? Londra, 2010. Liv, vedova trentenne, sta ancora elaborando la dolorosa perdita del marito, un geniale architetto morto all'improvviso quattro anni prima. Ma quando incontra casualmente Paul, prova per lui una forte attrazione. L'uomo lavora per una società che si occupa di rintracciare opere d'arte trafugate durante la guerra, e proprio a casa di Liv vede il quadro che stava cercando da tempo, quello appartenuto un secolo prima a Sophie. Come mai Liv è in possesso di quel prezioso dipinto? E quali conseguenze avrà questa scoperta sulle loro vite?



IL MIO VOTO 

Dopo aver letto io prima di te,ho cominciato a cercare qualche altro libro della Moyes,un pò per curiosità un po' per accertarmi che non fosse solo un caso editoriale!L'AVESSI FATTO PRIMA!  C'è un filo sottile che lega questi libri; non solo il modo di scrivere di jojo,ma la malinconia che li avvolge,anche se abbiamo tra le mani libri differenti tra loro,sono quasi tutti  romantici e forse un po' tristi. In questo caso siamo in un periodo storico già delicato di suo,quindi è già la partenza che fa' intendere un clima non proprio felice,siamo nel bel mezzo della seconda guerra mondiale.
La protagonista di questa storia è Sophie,tornata a casa in Francia,trova una situazione di occupazione da parte dei Tedeschi.Capisce di non poter più comportarsi come prima,deve fare attenzione,ma tuttavia non si lascia intimorire.Al contrario si impegna in tutti i modi per aiutare chi ha bisogno.Per farlo capisce anche che deve scendere a compromessi con i Tedeschi,in particolare con il comandante del reggimento,che insinuatosi in casa sua,svilupperà una vera e propria ossessione verso il quadro che ritrae proprio Sophie da giovane. Il quadro porta il titolo del libro!
LA RAGAZZA CHE HAI LASCIATO.Ed è proprio intorno a questo quadro che lo scenario si fà interessante.Per Sophie quel quadro è tutto,tutto proprio come suo marito,che lo ha dipinto.Sophie cercherà di ritrovarlo a tutti i costi.Purtroppo a metà del libro,dopo aver conosciuto il carattere caparbio della protagonista siamo costretti a lasciarla,viene arrestata e nessuno sà più nulla!Il mistero che avvolge questa scomparsa verrà svelato più tardi...e io darei il primo punto a favore ;) anche se per  un'attimo mi è sembrato di leggere SOUITE FRANCESE poi mi sono ripresa! xd 

Con un punto di domanda,riapriamo la seconda metà del libro,con un salto temporale ai giorni nostri,conosciamo Liv,vedova affranta dalla perdita del marito,avvenuta molto tempo prima.Sembra che Liv proprio non riesca ad andare avanti,fino ad un certo punto.Quando vede per la prima volta Paul e in lei scatta qualcosa,qualcosa che credeva di non poter provare mai più!
Con un affinità senza precedenti i due si scoprono più simili del previsto,e a legarli definitivamente è proprio il quadro che Liv possiede.Un quadro che Paul ha cercato per molti anni,risalente a più di un secolo prima che ritrae una bellissima donna. Il mistero che la avvolge è forse l'occasione per Liv, di ricominciare.Il modo in cui la storia si apre man mano,pagina dopo pagina invoglia a continuare la lettura,è fantastico.Determinazione,rinascita,amore,dolore.Un libro romantico,profondo.Insomma non manca nulla.Consigliatissimo.

Di la tua; Interessante, Divertente, Eccezionale.
Lascia un commento: Hai letto il libro? Dimmi cosa ne pensi. 
Grazie <3 


Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione di Paper Princess by Erin Watt

PaperPrincess! “Reed Royal è il cattivo travestito da principe. Assaggiarne un morso sarebbe un grosso sbaglio”
Ciao Ragazze!!  Ebbene sì, ero scettica, prevenuta fino al midollo su questo ennesimo caso editoriale. Se ne sono dette di cotte e di crude a riguardo. Ma io, che non amo giudicare mai i libri dalla copertina, li leggo e per restare in tema “ ME NE SBATTO” del giudizio della gente. Scelgo di leggere quello che il mio istinto mi suggerisce. Spesso mi ritrovo tra le mani libri che sono seriamente pessimi, per via dei messaggi errati e poco adatti ad il pubblico a cui sono indirizzati. E mi fa molto piacere dirvi che questo non è il caso di Paper Princess. 
Al contrario dei soliti libri che ultimamente ci riportano inevitabilmente alle sfumature di colori vari per via dei loro contenuti poco adatti ai minori, Paper Princess è l'emblema che le belle storie destinate agli young adult ci sono ancora. Nato da un progetto di scrittura a due mani da parte di due autrici molto conosci…

TRE VOLTE TE - RECENSIONE

Buongiorno a tutti! Amici e amiche lettrici!
Rieccoci con una nuova recensione, e con un nuovo libro tra le mani.
Quello di oggi, è l'ultimo libro di Federico Moccia, l'ultimo libro che va a chiudere la storia lasciata in sospeso ben dieci anni fa, quella di Babi e Step ( TRE METRI SOPRA IL CIELO).
Ora, la decisione relativa al fatto di aver voluto leggere questo libro, è stata puramente dettata dalla curiosità di sapere, come andava a finire la storia. Personalmente, non amo, i libri strappalacrime, ne quelli troppo smielati e romantici, e, come ben sapete, quelli di Moccia, lo sono. 
Iniziamo con il dire, che, questo, è stato il libro più lungo della storia. Un libro di ben 715 pagine, che ho iniziato con curiosità e che ho terminato con molta, molta lentezza. 
I punti salienti di questo libro sono Tre, e il fatto che siano proprio Tre, non è un caso. 
In TRE VOLTE TE, si evincono tre fondamentali passaggi della vita di Step. 
Quando ho letto questa frase " STEP NON E' PIÙ…

Oggi in libreria! Tre volte te! ( Dopo TRE METRI SOPRA IL CIELO E HO VOGLIA DI TE), L'ULTIMO LIBRO DI FEDERICO MOCCIA

Buondì ragazze, come state? Vi state riprendendo ancora dalle feste?! 
Oggi riprendiamo il regolare svolgimento delle attività, segnalandovi l'uscita in libreria del terzo capitolo della storia di Babi e Step. Sì lo so cosa state pensando!!
Ancora Moccia?! Ma nemmeno morta! Molto spesso, ci è capitato di dover riprendere in mano, conclusioni di libri arrivate con anni e anni di ritardo, libri che letti in età adolescenziale ci hanno fatto battere il cuore e che adesso, sono solo un lontano ricordo. Step e Babi, sono stati il simbolo dell'amore per una generazione di adolescenti che, tra i banchi di scuola, hanno fatto spopolare il primo libro di Federico Moccia. Di una generazione che ha riempito Ponte Milvio di lucchetti. 
Per quanto possa sembrare strano, questo è stato il primo vero e proprio fenomeno letterario italiano. 
Un fenomeno a cui si sono susseguiti due film e che adesso, a distanza di dieci anni, giunge al termine. Step e Babi non sono più i due adolescenti che ricor…