Suffragette. La mia storia di Emmeline Goulden Pankhurst

Categoria: Letteratura Straniera.
Autrice: Emmeline Goulden Pankhurst
Autobiografico
Nota Sull'autrice:Emmeline Pankhurst fu I'ispiratrice della più dura battaglia per i diritti delle donne nella storia dell'Occidente. Nel 1903 fondò la Women's Social and Political Union, un'organizzazione militante che ricorse a metodi di lotta estremi: incendi di chiese o edifici abbandonati, irruzioni nelle sedi istituzionali. sabotaggi di linee telefoniche, aggressioni a politici e poliziotti. Molte suffragette, tra cui la stessa Pankhurst,. subirono arresti e violenze. Quest'autobiografia fu completata agli inizi della Prima Guerra Mondiale, quando nell'interesse nazionale la battaglia suffragista fu temporaneamente sospesa. Nella prefazione la Pankhurst avverte. "La lotta per la piena emancipazione delle donne non è stata abbandonata. Quando il fragore delle armi cesserà, la richiesta verrà fatta di nuovo. Se non sarà accordata rapidamente, allora, ancora una volta, le donne prenderanno le armi che oggi hanno generosamente deposto. Non ci potrà mai essere una pace reale sulla terra finché alla donna, la metà materna della famiglia umana, non sarà data libertà nei consessi del mondo".




“Avevo quattordici anni quando andai alla mia prima assemblea per il diritto di voto”

Il libro totalmente autobiografico di Emmeline Pankhurst racconta quella che è stata la sua  vita sin dalla prima età,la nascita del sentimento di ribellione,verso il conformismo.La nascita dei primi movimenti femminili,la lotta per la parità dei diritti,che si accentua soprattutto negli anni della guerra,dove le donne rimaste sole,dovevano occuparsi di tutte le faccende che prima erano prettamente destinate agli uomini.Il diritto al voto e l'emancipazione,sono i temi principali di questo libro. Emmeline iniziò a lavorare per il movimento femminista a favore del voto alle donne conoscendo il dottor Pankhurst che poi sposò nel 1879. Ad unirli la convinzione del signor Pankhurst che  non desiderava una casalinga,ed era convinto che le donne avessero uguale se non maggiore utilità verso la società.Nel 1918,il Parlamento Inglese dopo numerose petizioni e atti estremi che portarono anche all'arresto di alcune suffragette,compresa Emmeline, approvò la proposta del diritto al voto per le mogli di capifamiglia che avessero più di 30 anni,per il suffragio universale si dovrà attendere il 2 Luglio 1928.

Commenti